PROVE FISICHE

Conoscere le prestazioni di resistenza del tessuto, del colore e delle finiture è fondamentale per garantire la qualità e la durata dei vostri prodotti. Ritex sostiene le aziende con prove di laboratorio in ogni fase del processo: fibre, filati, tessuti, capi confezionati, trattamenti tintoriali e finissaggio. Dispone di ampia strumentazione per verifiche dinamometriche, trazione, lacerazione, perforazione, prove di abrasione, pilling, stabilità dimensionali, prove di confort tecnico, permeabilità all’aria, colonna d’acqua, coibenza termica.

A SEGUIRE IL DETTAGLIO DELLE PROVE FISICHE A LISTINO.

  • a  Determinazione del diametro delle fibre di lana con il metodo del microscopio a proiezione - UNI 5423  
  • Diametro medio delle fibre animali – OFDA -IWTO 47
  • Frequenza di crettatura su fibra sintetica - ASTM D 3937
  • Lunghezza media delle fibre di lana - IWTO 17
  • Determinazione della lunghezza delle fibre - UNI 5751
  • Lunghezza media delle fibre di lana (al-meter) - IWTO 5
  • DP fibre cellulosiche – Indice della viscosità limite con cuprietilendiammina (CED) - UNI 8282
  • Denaratura di una fibra sintetica - RT004
  • Coefficiente di attrito - ASTM D 3108
  • Grado di regolarità Uster di un filato - USTER 4
  • Determinazione della massa lineare (massa per unità di lunghezza) con il metodo della matassina - UNI EN ISO 2060
  • Determinazione della torsione dei filati – metodo di conteggio diretto - UNI EN ISO 2061
  • Torsione nei filati singoli da fibre discontinue: metodo indiretto - UNI 9069
  • Forza di rottura e allungamento fili singoli – dinamometro ad incremento costante (CRE) - UNI EN ISO 2062
  • Resistenza dinamometrica del filato (prova di trazione) - RT010
  • Variazione in lunghezza di cucirini immersi in acqua bollente - UNI EN 12590 B
  • Verifica requisiti cucirini sintetici o misti - UNI EN 12590

  •   Tessuti – determinazione dell’altezza e della lunghezza - UNI EN 1773 (escl. par. 8.2)  
  • Determinazione dello spessore dei tessili e dei prodotti tessili - UNI EN ISO 5084
  • Osservazione del materiale al microscopio e stereomicroscopio - RT001 – Leica
  •  Determinazione della massa areica - UNI EN 12127 ASTM D 3776
  • Determinazione della massa commerciale - UNI 9213
  • Determinazione della massa commerciale dei tessili in mista - UNI 1335
  •  Determinazione dell’armatura - UNI 8099  
  •  Determinazione del numero di fili per unità di lunghezza (riduzioni) - UNI EN 1049-2  - Met. A
  • Determinazione della rigidità del tessuto con metodo della curvatura circolare - ASTM D 4032
  • Maglieria – concetti di base – vocabolario - UNI EN ISO 4921
  • Maglieria – tipo di maglia - UNI EN ISO 8388
  • Fattore di copertura dei tessuti a maglia - IWS TM 169
  • Lunghezza del filo assorbito (LFA) e massa lineare del filo nei tessuti a maglia in trama  - UNI EN 14970
  • Determinazione dell’imborso di un filo in un tessuto - UNI 9276   
  •  Determinazione della massa per unità di lunghezza (titolo) di un filo estratto da un tessuto - UNI 9275  
  • Numero di maglie per unità di lunghezza e unità di superficie - UNI EN 14971
  • Massa lineare (titolo) del filo estratto dai tessuti a maglia in trama - UNI EN 14970
  • Inclinazione e scarto angolare di un tessuto - ASTM D 3882
  •  Determinazione della forza di lacerazione - UNI EN ISO 13937-2 /3/4, ASTM D 2261 IWS TM 172
  • Lacerazione dei tessuti – forza di lacerazione mediante il metodo del pendolo balistico (Elmendorf) - UNI EN ISO 13937-1 –  ASTM D 1424
  • Determinazione della resistenza a lacerazione al chiodo - UNI 7275
  •  Forza massima e allungamento alla forza massima con il metodo della striscia – UNI EN ISO 13934-1  
  •  Determinazione della forza massima con il metodo Grab - UNI EN ISO 13934-2  ASTM D 5034
  • Forza massima di rottura dei punti critici di un capo - RT002
  • Determinazione della forza massima di rottura delle cuciture con il metodo della striscia o Grab - UNI EN ISO 13935-1/2,  ASTM D 5035
  • Determinazione della resistenza alla perforazione con il metodo della sfera - UNI 5421
  • Metodo idraulico per la determinazione della resistenza e della deformazione allo scoppio - UNI EN ISO 13938-2
  • Resistenza allo scoppio - ASTM D 3787
  • Determinazione dello scorrimento dei fili in corrispondenza delle cuciture - ASTM D 1683 / D 434 IWS TM 117
  •  Resistenza scorrimento fili in corrispondenza cucitura - UNI EN ISO 13936-1 /2 M&S, P12
  • Proprietà stretch di un tessuto - ASTM D 3107
  • Estensione e modulo di tessuti elasticizzati - M&S P.14
  • Estensione ed estensione residua di tessuti elasticizzati - M&S P.15
  • Determinazione delle proprietà stretch di maglie poco estensibili - ASTM D 2594
  • Determinazione dell’elasticità dei tessuti – parte 1: prove su striscia - UNI EN 14704-1
  • a Determinazione della resistenza all’abrasione dei tessuti con il metodo Martindale - UNI EN ISO 12947-1/-2 /-3/-4,  IWS TM 112, ASTM D 4966
  • Resistenza all’abrasione di materiale per indumenti di protezione - UNI EN 530
  • Resistenza all’abrasione degli articoli di calzetteria - UNI EN 13770
  • Determinazione della tendenza al pilling (metodo Martindale) - ASTM D 4970, IWS TM 196
  •  Tendenza dei tessuti alla formazione di pelosità superficiale e di pilling – Martindale modificato -
    UNI EN ISO 12945-2  GB/T 4802.2
  •  Tendenza alla formazione di pelosità superficiale e di palline di fibre (pilling) metodo pilling box - UNI EN ISO 12945-1  JIS L 1076, IWS TM 152
  • Determinazione della tendenza al pilling (random tumble pilling tester) - ASTM D 3512
  • Resistenza allo snagging – box tester – BS 8479
  •  Preparazione marcatura e misurazione provini di tessuto e capi di vestiario- variazioni dimensionali -
    UNI EN ISO 3759  
  •  Determinazione delle variazioni dimensionali nel lavaggio e nell’asciugamento - UNI EN ISO 5077UNI EN ISO 6330 
  • Determinazione della variazione dimensionale al vapore, DIN 53894-2, IWS TM 290
  • Determinazione delle variazioni dimensionali al lavaggio a secco commerciale - LAV. COMMERCIALE
  •  Determinazione delle variazioni dimensionali. Metodo della bagnatura a freddo dei tessuti - UNI 9294-5  
  • Spiralità dopo il lavaggio - ISO 16322
  • Aspetto del tessuto dopo lavaggio domestico ripetuto – grado di recupero - AATCC TM 124
  • Valutazione della morbidezza del tessuto dopo il lavaggio - ISO 7768
  • Manutenzione professionale – parte 2: resistenza al lavaggio e alla finitura (tetracloroetilene) - UNI EN ISO 3175-2
  • Procedimenti di lavaggio e asciugamento domestici per prove tessili - UNI EN ISO 6330
  • Recupero delle pieghe di tessuti: metodo dell’aspetto - AATCC TM 128
  • Recupero della piega di una provetta piegata orizzontalmente – misura dell’angolo di ripresa - UNI EN 22313
  • Verifica requisiti dei tessuti ortogonali per tendaggi - UNI 11110
  • Verifica requisiti tessuti a maglia elastici per costumi - UNI 11054
  • Verifica requisiti tessuti per arredamento - UNI EN 14465

  • Tessili – non tessuti – definizione - UNI EN 29092
  • Metodi di prova per non tessuti – determinazione della lunghezza di curvatura - UNI EN ISO 9073-7
  • Metodi di prova per non tessuti – determinazione della massa areica - UNI EN 29073-1
  • Metodi di prova per non tessuti – determinazione della resistenza alla lacerazione - UNI EN ISO 9073-4
  • Metodi di prova per non tessuti – determinazione della resistenza a trazione e dell’allungamento - UNI EN 29073-3
  • Metodi di prova per non tessuti: assorbimento - UNI EN ISO 9073-6
  • Non tessuti: permeabilità all’aria - UNI 8279-3
  • Non tessuti: prove di trazione (metodo Grab) - UNI 8279-4
  • Non tessuti: resistenza alla perforazione con il metodo della sfera - UNI 8279-11
  • Non tessuti: tempo di assorbimento di acqua (metodo della goccia) - UNI 8279-16
  • Capacità di assorbimento - ISO 11948-1
  • Non tessuti: variazione dimensionale a caldo - UNI 8279-12
  • Requisiti dei non tessuti per rivestimenti- UNI 10714
  •  Tessuti e non tessuti – determinazione della massa areica e della massa per unità di lunghezza -UNI 5114   - Metodo III
  • Tessuti non tessuti: prova di tenuta all’acqua a pressione idrostatica costante - UNI 5123
  • Tessuti non tessuti: rigidità statica (metodo della striscia sporgente) - UNI 10138
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici – allungamento percentuale sotto carico - UNI 4818-7
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici – deformazione residua sotto allungamento costante - UNI 4818-8
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici – determinazione della resistenza al punto - UNI 4818-5
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici – determinazione della resistenza alla piastra calda - UNI 4818-27
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici – resistenza alle flessioni ripetute. Metodo bally - UNI 4818-13
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici – solidità del colore del rivestimento allo sfregamento - UNI 4818-20
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici- determinazione della resistenza alla cucitura - UNI 4818-11
  • Supporti rivestiti con materiali polimerici-resistenza immersione in acetone - UNI 4818-16
  • Supporti rivestiti di gomma o materie plastiche – lacerazione - UNI EN ISO 4674-1/-2
  • Supporti rivestiti di gomma o materie plastiche – massa totale unità di area rivestimento e substrato - UNI EN ISO 2286-2
  • Supporti rivestiti di gomma o materie plastiche – resistenza all’usura – parte 2: Martindale - UNI EN ISO 5470-2
  • Supporti rivestiti di gomma o materie plastiche resistenza penetrazione dell’ acqua bassa pressione - UNI EN 1734
  • Supporti tessili rivestiti di gomma o di materie plastiche – effetto della luce o delle intemperie - UNI EN 12280-2
  • Supporti tessili rivestiti di gomma o materie plastiche – adesione del rivestimento - UNI EN ISO 2411
  • Supporti tessili rivestiti di gomma o materie plastiche – invecchiamento ambientale - UNI EN 12280-3
  • Supporti tessili rivestiti di gomma o materie plastiche – invecchiamento accelerato al calore - UNI EN 12280-1
  • Supporti tessili rivestiti di gomma o materie plastiche – lacerazione – provetta trapezoidale - UNI EN 1875-3
  • Supporti tessili rivestiti di gomma o materie plastiche resistenza rottura e allungamento a rottura - UNI EN ISO 1421
  • Tessuti rivestiti di gomma o materiali polimerici resistente all’acqua – flessioni ripetute - ISO 8096
  • Rivestimenti tessili del pavimento – forza di strappo dei fiocchetti - UNI 8014-14
  • Rivestimenti tessili del pavimento – massa areica dell’intero strato di utilizzazione - UNI 8014-3
  • Rivestimenti tessili del pavimento – massa areica della parte utile dello strato di utilizzazione - UNI 8014-4
  • Rivestimenti tessili del pavimento – numero di fiocchetti per unità di lunghezza e unità di area - UNI 8014-13
  • Rivestimenti tessili del pavimento fabbricati a macchina – determinazione della massa areica totale - UNI 8014-2
  • Rivestimenti tessili del pavimento fabbricati a macchina – determinazione dello spessore totale - UNI 8014-5

  • Comportamento al fuoco – guanti di protezione - UNI EN 407
  • Determinazione del comportamento alla combustione dei materiali all’interno dei veicoli – UNI ISO 3795
  • Infiammabilità dei tessuti per abbigliamento - 16 CFR PART 1610
  • Reazione al fuoco dei prodotti all’azione di una fiamma d’innesco in presenza di calore radiante - UNI 9174
  • Resistenza al fuoco su piccola fiamma - FAR 25.853

  • Invecchiamento accelerato agli agenti atmosferici in apparato Xenotest - ASTM G 155
  • Invecchiamento accelerato alla luce - IVECO STD 16-0170,  IVECO STD 16-0180, FIAT AUTO 50451/01
  • Deterioramento di un geotessile per esposizione alla luce, umidità e calore in apparato Xenotest –  ASTM D 4355
  • Geotessili e affini: resistenza all’ossidazione - UNI EN ISO 13438
  • Geotessili e prodotti affini – determinazione della resistenza agli agenti atmosferici - UNI EN 12224
  • Materie plastiche – esposizione a sorgenti di luce – parte 2: lampade ad arco allo xeno - UNI EN ISO 4892-2
  • Invecchiamento accelerato al calore - UNI EN 12280-1

a = prova accreditata Accredia